Modulistica

lavagna-tattica2

Ecco alcuni bandi di corso utili per conoscere al meglio la modulistica e il punteggio necessari per accedere ai corsi previsti dalla FIGC.

Ti interessa conoscere come partecipare al corso Master Uefa PRO di Prima categoria? Clicca qui

Sei in possesso di un titolo inferiore e vuoi partecipare al corso UEFA A di Seconda categoria? Clicca qui

Vuoi saperne di più sul corso UEFA B, per allenatore dilettante? Clicca qui

Sei interessato a prendere parte ai corsi nuovi corsi UEFA C per allenatori di settore giovanile? Clicca qui

 

UEFA B: IL VADEMCUM

Ecco ora qualche consiglio utile per la corretta compilazione delle partecipazioni ai Bandi UEFA B organizzati dall’A.I.A.C.

Come è noto questa Associazione organizza per delega del Settore Tecnico i corsi per l’abilitazione ad allenatore di base.
Dalle esperienze fino ad oggi maturate con la presente comunicazione vorremmo contribuire a dare utili suggerimenti volti alla corretta compilazione della domanda di partecipazione e della relativa documentazione.
Fermi restando i requisiti di partecipazione che possono essere ricavati dai bandi (scaricabili da www.assoallenatori.it e www.settoretecnico.figc.it), è utile ricordare che la domanda deve pervenire direttamente (consegna a mano) o a mezzo posta o corriere al seguente indirizzo:

Segreteria Nazionale A.I.A.C.
Corso Allenatori di Base – Uefa B
Via G d’Annunzio, 138/a
Coverciano – campo 5
50135 Firenze

E’ escluso pertanto l’uso del fax o delle email in quanto i documenti debbono pervenire in originale.
Si ricorda inoltre che le domanda non saranno accettate oltre il termine previsto, anche se presentate in tempo utile agli uffici postali o ai corrieri.

E’ obbligatorio allegare alla domanda tutti i documenti richiesti, e precisamente:

1) allegato A: domanda;
2) allegato B: autocertificazione;
3) allegato C: autocertificazione della eventuale attività di calciatore (firmare il modello anche se non riporta alcuna attività);
4) allegato D: autocertificazione della eventuale attività di allenatore (firmare il modello anche se non riporta alcuna attività) – l’attività prestata nei campionati di 3° Categoria deve essere attestata dalla certificazione della società;
5) certificato medico;
6) due foto formato tessera;

7) fotocopia del documento di identità.

Si riportano di seguito ulteriori e più dettagliate precisazioni ai documenti di cui sopra

Compilazione della domanda

Allegato A (domanda di partecipazione) 
Si raccomanda la massima precisione nella trascrizione dei dati richiesti, con particolare attenzione al codice fiscale.
Come precisato nell’allegato stesso dovrà essere acclusa la fotocopia del documento di identità (carta di identità o passaporto).
Vanno allegate inoltre due foto formato tessera ed il certificato medico per l’attività sportiva non agonistica.
Appare inoltre indispensabile comunicare un proprio indirizzo email che potrà risultare di particolare utilità per lo scambio in tempo reale di eventuali richieste o comunicazioni.

Allegato B (autocertificazione) 
Si raccomanda di precisare dettagliatamente il titolo di studio (se trattasi di scuola media secondaria inferiore o secondaria superiore) e l’eventuale possesso di un attestato (ad esempio quello di Corso CONI FIGC).

Allegato C (attività di calciatore)
I dati richiesti debbono essere indicati per ciascuna stagione sportiva, evidenziando la categoria di appartenenza della società per la quale si è militato ed il numero di gare disputate. Come precisato nell’allegato E il punteggio è assegnato solo in presenza di una o più gare ufficiali di campionato dichiarate.

Allegato D (attività di allenatore)
Si ricorda che la sola attività di allenatore computabile ai fini del punteggio è quella riferita alla conduzione tecnica delle prime squadre di società partecipanti ai campionati di terza categoria. Il relativo punteggio potrà essere assegnato solamente in presenza di una certificazione della società attestante l’attività svolta quale allenatore da trasmettere unitamente allo stesso allegato D.

Il punto 11 del bando per l’abilitazione ad allenatore di base prevede che alla domanda di ammissione al corso possa essere allegata unaautocertificazione di cui agli allegati B, C e D in cui debbono essere elencati i requisiti ed i titoli.
L’autocertificazione è prevista dalla Legge dello Stato ed il cittadino è responsabile di quanto dichiarato alche se contestualmente vengono effettuate, da parte della organizzazione del corso, dei controlli sulla veridicità di quanto dichiarato.
Il punto 14 del bando invece precisa che la non rispondenza delle dichiarazioni rese dai candidati costituirà violazione delle norme di legge e di comportamento punite ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia. Determinerà inoltre l’esclusione dal corso o la revoca della abilitazione e l’adozione dei provvedimenti disciplinari previsti dal codice di giustizia sportiva FIGC.